8b vendita
8a vendita
7b formazione
7a formazione
6b verifiche
6a verifiche
5b monitoraggio
5a monitoraggio
4 acustica
3b Infiltra
3a Infiltra
2a Diagnosib
2a Diagnosi
1b Edilizia
1a Edilizia
  

Il blower door test

blower-door-test

Carlesi Strumenti, grazie alla sua esperienza pluriennale ed avvalendosi dei sistemi più moderni e performanti presenti sul mercato, realizza interventi di Blower Door Test in linea con quanto prescritto dalla UNI EN 13829, con rilascio di reportistica al termine dell’indagine.

Il blower door test è un sistema per la verifica della permeabilità all’aria di edifici residenziali, terziari ed industriali di qualsiasi dimensione. Il blower door è un grande ventilatore calibrato a controllo elettronico che viene montato temporaneamente (e tipicamente) sulla porta d’ingresso principale dell’edificio, attraverso un telo o un pannello, montato su un apposito telaio, che si adatta alle misure della porta e la sigilla perfettamente.
Il controllo elettronico della velocità e della pressione viene eseguito mediante un manometro digitale oppure direttamente attraverso un pc mediante apposito software.
L’installazione e l’esecuzione della misura è particolarmente semplice e veloce e non crea danni all’edificio ne ad eventuali occupanti presenti al suo interno.
Trattasi dell’unico metodo oggettivo, fornisce cioè un dato numerico misurabile, in grado di stabilire il grado di penetrazione all’aria di un edificio, evidenziando al contempo i punti di infiltrazione.
Perché il test risulti significativo ai sensi della UNI EN 13829 questo non può essere effettuato prima che l’involucro edilizio sia stato completamente ultimato, ovvero che siano state installate le porte e le finestre che delimitano il volume di misura.
Dal momento che alcuni lavori possono avere conseguenze sulla permeabilità dell’involucro, si raccomanda che siano anche ultimate le seguenti opere:

  • impianto di riscaldamento;
  • impianto di ventilazione;
  • impianto sanitario e scarichi;
  • impianto elettrico;
  • finitura dei muri (intonaco, cartongesso, ecc.).

blower-door-test-2Carlesi Strumenti, azienda d’eccellenza con esperienza pluriennale in diagnostica strumentale, è in grado di proporre interventi tecnici mirati, nel rispetto delle normative, avvalendosi di personale interno altamente specializzato e dotato delle strumentazioni più moderne e performanti, oppure avvalendosi di professionisti altamente qualificati e selezionati, per offrirti un servizio sempre impeccabile e professionale ai prezzi più convenienti. Contattaci con fiducia, lo staff tecnico ti seguirà per permetterti di scegliere la figura più adatta al tuo intervento e per capire le tecniche più idonee atte a risolvere le tue problematiche.

Se al momento del test l’edificio non dispone dell’allacciamento idrico, è necessario provvedere a chiudere con acqua i sifoni degli scarichi. Se i sanitari non sono stati installati è necessario sigillare (con adesivi o palloncini gonfiabili) gli scarichi a parete.

L’aria che entra nell’edificio per effetto del blower door (che vi crea una depressione/sovrapressione all’interno), se è ad una temperatura inferiore (o superiore) da quella interna raffredda (o riscalda) per convezione le superfici interne con cui viene a contatto, rendendole visibili termograficamente se prima non lo erano.
Il Blower Door Test è quindi un ottimo strumento di esaltazione delle indagini termografiche.
Le indagini termografiche in abbinamento al blower door, eseguite da personale adeguatamente qualificato e preparato come quello di Carlesi Strumenti, sono quindi un validissimo sistema per controllare sia la buona esecuzione dell’edificio che per individuarne i punti critici cui porre rimedio.

La permeabilità all’aria, in accordo con quanto stabilito dalla UNI EN 13829, si misura con il parametro numerico N50 : questo parametro esprime il numero di ricambi d’aria all’ora del volume interno dell’edificio con una differenza di pressione di 50 Pascal rispetto all’esterno (di qui il termine N50). 
Tanto più è elevato il numero N50, tanto più l’edificio ha spifferi ed è quindi soggetto a perdite energetiche ed a problemi di comfort; tanto il valore N50 è basso, tanto più l’edificio è ermetico e “risparmioso”, fino ad aver bisogno di un impianto di ventilazione meccanica controllata per assicurare le corrette condizioni termoigrometriche.

In accordo con quanto indicato dalla UNI EN 13829 è possibile eseguire 2 differenti tipologie di test, denominate A e B:

A) Verifica di permeabilità all’aria di unità immobiliare secondo la norma UNI EN ISO 13829 
metodo A – determinazione della portata di infiltrazione dell’aria n50. 

  • Preparazione dell’edificio
  • Inserimento dello strumento in un’apertura dell’involucro esterno. 
  • Controllo della plausibilità: Stima della tenuta d’aria con misurazione puntuale a 50 Pa (per volumi inferiori a 4000 mc circa); 
  • Misura della differenza di pressione a flusso nullo;
  • Misurazione secondo UNI EN ISO 13829, con almeno 5 punti di riferimento; 
  • Misura della differenza di pressione a flusso nullo; 
  • Restituzione rapporto di prova su file .doc

B) Ricerca dispersioni d’aria dell’unità immobiliare secondo la norma UNI EN ISO 13829 
metodo B (prova dell’involucro) 

  • Preparazione dell’edificio e sigillatura; 
  • Inserimento dello strumento in un’apertura dell’involucro esterno; 
  • Impostazione delle operazioni di verifica con applicazione di differenza di pressione in pressione o depressione non inferiore a 50 pa, (per volumi inferiori a 4000 mc circa); 
  • Ricerca dei punti di infiltrazione o dispersione dell’aria nei locali oggetto di indagine mediante l’utilizzo di fumo di gas tracciante e/o macchina termografica. 
  • Restituzione rapporto di prova su file .doc

Perché è importante eseguire un Blower Door Test:

  • Risparmio di energia per scaldare o raffreddare (fino al 15%);
  • Evitare sgradevoli spifferi causati dall’aria fredda che filtra dall’esterno;
  • Evitare problemi di condensa come il thermal bypassing;
  • Riduzione dei rumori;
  • Essere sicuri della qualità dell’aria all’interno dell’involucro edilizio;
  • Documentare la qualità della tenuta all’aria dell’edificio;
  • Stimare il naturale ricambio d’aria nelle abitazioni;
  • Misurare e documentare l’efficacia delle attività di sigillatura;
  • Misurare le perdite nelle canalizzazioni degli impianti di condizionamento;
  • Testare gli edifici in accordo con gli standard di efficienza energetica, ad es. UNI EN 13829 o la Direttiva Casa Clima (il Blower Door è obbligatorio per tutti gli edifici residenziali, indipendentemente dalla classe energetica e dalla tipologia costruttiva);
  • Testare la penetrazione d’aria e d’acqua attraverso gli infissi;
  • Verifica le caratteristiche di tenuta in caso di presenza di impianti antincendio a saturazione, ad es. NFPA (ISO) Clean Agent Enclosure Integrity Retention testing;
  • Altre applicazioni non specifiche settore energy

blower-door-3

AllegatoDimensione
PDF icon blower-door-test.pdf233.46 KB

Prodotti

Formazione

Servizi