8b vendita
8a vendita
7b formazione
7a formazione
6b verifiche
6a verifiche
5b monitoraggio
5a monitoraggio
4 acustica
3b Infiltra
3a Infiltra
2a Diagnosib
2a Diagnosi
1b Edilizia
1a Edilizia
  

Notizie dall'esterno

Edilportale.com - 21 Settembre 2020 - 8:00

21/09/2020 - La famosa citazione less is more, associata all’architetto Mies van der Rohe, è spesso utilizzata da architetti e designer per esprimere quella propensione al minimalismo e all’essenzialità della forma che sta prendendo sempre più piede nell’interior design. Magazine di settore mostrano bellissimi interventi di ristrutturazione realizzati con effetto scatola, detto anche mimetico o nude. Tra i componenti di arredo che più contribuiscono a creare questo effetto ci sono le portefilo muro, chiamate anche a rasomuro. Le porte filomuro sono caratterizzate dalla completa assenza di telaio fisso e del coprifilo e complanarità alla parete. L’anta rimane l’unica parte a vista. Possono essere installate in pareti in muratura o cartongesso, vengono realizzate a battente o scorrevoli (interno ed esterno muro), con dimensioni di passaggio standard, 210x80 cm, oppure a tutt’altezza. L’anta di una porta..
Continua a leggere su Edilportale.com

Edilportale.com - 21 Settembre 2020 - 8:00

21/09/2020 – Si può ottenere il bonus mobili quando si acquista un immobile dall’impresa che lo ha ristrutturato, ma solo a determinate condizioni. Lo ha spiegato l’Agenzia delle Entrate rispondendo ad una lettera inviata da un contribuente a Fisco Oggi.   Bonus mobili per immobili ristrutturati dalle imprese Nella sua risposta, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che tra gli interventi edilizi che consentono di usufruire del bonus mobili, rientrano quelli di restauro e di risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie che provvedano, entro 18 mesi dal termine dei lavori, alla successiva vendita o assegnazione dell’immobile. SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS MOBILI   La possibilità di usufruire del bonus mobili non solo nell’ambito degli interventi di ristrutturazione edilizia..
Continua a leggere su Edilportale.com

Edilportale.com - 21 Settembre 2020 - 8:00

18/09/2020 – Le spese per la consulenza in materia di prevenzione e salute sui luoghi di lavoro, per la progettazione degli ambienti, per l’addestramento e la stesura di protocolli di sicurezza non può usufruire del credito d’imposta per l'adeguamento degli ambienti di lavoro.   A chiarirlo l’Agenzia delle Entrate nella Risposta 363/2020 fornita ad una società che riteneva che tali spese rientrassero nell’ambito di quelle riconosciute come effettuate per sanificare e rendere idonei gli ambienti di lavoro a fronteggiare l’emergenza Covis-19.   Sicurezza sul lavoro, perché il bonus anti-covid non si applica alla progettazione Le Entrate hanno ricordato che i criteri, le modalità applicative e i tipi di intervento agevolabili sono stati definiti chiaramente nel Provvedimento 10 luglio 2020 e nella Circolare 20/2020.    L’elenco degli interventi agevolabili contenuto..
Continua a leggere su Edilportale.com

Edilportale.com - 21 Settembre 2020 - 8:00

21/09/2020 – Il Decreto Semplificazioni ha già avuto un impatto negativo sul mercato delle gare di progettazione. La denuncia arriva da Gabriele Scicolone, presidente dell’Associazione delle organizzazioni di ingegneria, di architettura e di consulenza tecnico-economica aderenti a Confindustria (Oice).   DL Semplificazione, rischi per la centralità del progetto Secondo Scicolone, “la media giornaliera dei bandi di progettazione è passata dai 13 del periodo gennaio/giugno, ai 7 di agosto e ai 6 della prima metà di settembre. Ci auguriamo che ciò sia dovuto all’effetto di una pausa determinata dall'attesa del testo finale del decreto e del combinato disposto di ferie e smart working dei tecnici della pubblica amministrazione ma siamo molto preoccupati”.   "Probabilmente - spiega Scicolone in una nota - soltanto a ottobre avremo un quadro chiaro degli effetti determinati dalla Legge 120/2020 sulla domanda..
Continua a leggere su Edilportale.com

Edilportale.com - 21 Settembre 2020 - 8:00

21/09/2020 - Ricordate le Case Cantoniere? L’Anas torna ad occuparsene avviando una nuova iniziativa per valorizzarle.   Ha preso il via, infatti, un’indagine di mercato finalizzata a promuovere richieste di concessione a titolo oneroso. Il progetto - spiega l’Anas - ha anche l’obiettivo di incentivare lo sviluppo dei microsistemi economici esistenti, mediante proposte di valorizzazione, riqualificazione e riuso di 24 Case Cantoniere, anche utilizzando la progettazione di massima e definitiva redatta da Anas.   Si tratta delle stesse Case Cantoniere (meno 6) che nel 2016 l’Anas intendeva assegnare in concessione affinchè venissero trasformate in alberghi, ristoranti, bar e infopoint turistici. Nel novembre 2018 solo per 2 su 30 era stato stipulato il contratto di concessione, come spiegò l’allora Ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli in Senato.   Oltre alle suddette 24 - aggiunge l’Anas -, per tutte..
Continua a leggere su Edilportale.com

Edilportale.com - 18 Settembre 2020 - 8:00

18/09/2020 - Il ‘Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare’ prende forma: la ministra delle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli, di concerto con i Ministri Roberto Gualtieri (Mef) e Dario Franceschini (Mibact), ha firmato il decreto che dispone l’erogazione dei finanziamenti e fissa le procedure per la presentazione delle proposte.   Il Programma prevede l’investimento di 853,81 milioni di euro fino al 2033 per promuovere processi di rigenerazione di ambiti urbani specificamente individuati al fine di concorrere alla riduzione del disagio abitativo e insediativo, con particolare riferimento alle periferie, e all‘incremento della qualità dell’abitare e di parti di città, all’incremento dell’edilizia residenziale pubblica.   Qualità dell’abitare: cosa prevede il Piano nazionale La selezione delle proposte sarà guidata da cinque linee d’azione: 1...
Continua a leggere su Edilportale.com

Edilportale.com - 18 Settembre 2020 - 8:00

18/09/2020 – Il Decreto Semplificazioni è legge, ma per spiegare i suoi effetti, molte norme, pensate per la velocizzazione dei lavori e l’apertura di nuovi cantieri, devono essere completate con l’adozione di decreti attuativi.   Per l’adozione di questi decreti sono definite tempistiche diverse. Si va da 30 giorni dall’approvazione della legge Semplificazioni, quindi metà ottobre, fino alla fine del 2020. Le indicazioni costituiscono la deadline entro la quale varare le regole attuative, ma non si può escludere che il Governo sia più veloce.   In tutto, i decreti attuativi su cui l’Esecutivo deve mettersi immediatamente al lavoro, sono 66. Di questi, alcuni riguardano da vicino il settore degli appalti e delle costruzioni.   Fondo per la prosecuzione delle opere pubbliche La Legge Semplificazioni (L.120/2020) ha introdotto il Fondo per la prosecuzione delle opere pubbliche di importo pari o superiore..
Continua a leggere su Edilportale.com

Edilportale.com - 18 Settembre 2020 - 8:00

18/09/2020 – La richiesta di sanatoria edilizia può bloccare l’ordine di demolizione di un abuso edilizio. Lo ha spiegato il Tar Lazio, che con la sentenza 9122/2020 ha comunque specificato che si tratta di una sospensione provvisoria, utile a dare al Comune il tempo di valutare l’istanza di sanatoria e “salvare” l’opera o confermarne la demolizione.   Abusi edilizi, il caso Il caso preso in esame è sorto dopo la compravendita di un terreno a uso agricolo, su cui il precedente proprietario aveva realizzato due unità immobiliari, con annessa veranda, per sopperire ad esigenze abitative indifferibili.   Le unità immobiliari si trovavano in un nucleo di “edilizia spontanea”, realizzato a partire dagli anni Settanta, che aveva dato luogo ad un insediamento abusivo.   L’acquirente nel 2004 aveva presentato domanda di condono edilizio ai sensi della Legge 326/2003. Il Comune, però,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Edilportale.com - 18 Settembre 2020 - 8:00

18/09/2020 - Il Consiglio Regionale della Calabria ha approvato le nuove procedure per la denuncia, il deposito e l’autorizzazione di interventi di carattere strutturale e per la pianificazione territoriale in prospettiva sismica.   Ne dà notizia l’assessore alle Infrastrutture, Pianificazione, sviluppo territoriale, Pari opportunità, Domenica Catalfamo.   Il testo di legge arriva al termine di un complesso iter che ha visto la partecipazione attiva di tutti gli Ordini professionali interessati e della competente Commissione Regionale e recepisce il DL Sblocca Cantieri (DL 32/2019 convertito con la Legge 55/2019) che ha aggiunto al Testo Unico Edilizia (DPR 380/2001) l’art. 94-bis che classifica gli interventi strutturali in zone sismiche in base alla rilevanza nei riguardi della pubblica incolumità.   Calabria, approvata la legge per l’autorizzazione sismica La legge calabrese consentirà una notevole semplificazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

Edilportale.com - 18 Settembre 2020 - 8:00

18/09/2020 - Negli edifici plurifamiliari come i condomìni i rumori provocati dal calpestio o dall’urto (caduta di oggetti e spostamento di mobili) causano la maggior parte dei problemi tra i vari condòmini. Il rumore da calpestio e da urto si propagano per via solida attraverso le strutture verticali e orizzontali dell’edificio. Per minimizzare la trasmissione del rumore  tra due ambienti si deve agire con interventi di fonoisolamento, che hanno l’obiettivo di interrompere la continuità delle strutture connesse solidamente tra loro, come l’interposizione di uno strato isolante e separatore: il materassino anticalpestio. Materassino anticalpestio, quali caratteristiche possiede? La rigidità dinamica è la risposta elastica del materiale quando è sottoposto a compressione ossia la capacità del materiale di smorzare le vibrazioni che si creano quando il pavimento è sollecitato dal calpestio, dalla..
Continua a leggere su Edilportale.com

Pagine

Prodotti

Formazione

Servizi